Puliamo il Mondo 2017

Cambia il clima, siamo sommersi dai rifiuti

 PULIAMO IL MONDO!

23-24 Settembre 2017


Partecipa anche tu! Tutti insieme ce la faremo!
Richiediamo un miglior servizio AMA e mettiamo fra i nostri
impegni civili il rispetto della nostra città,
mantenendola bella e pulita

SABATO 23 settembre dalle ore 10,00 alle ore 13,00: Pulizia del Giardino Francesco Albani e strade limitrofe
appuntamento all’angolo fra via Accademia Peloritana e Via delle Accademie

DOMENICA 24 settembre dalle ore 10,00 alle ore 15,00:

Pulizia del Parco Garbatella e strade limitrofe
appuntamento al Parco Garbatella in Via R. Raimondi Garibaldi, altezza Via A.M. Taigi.

Ore 10,00-10,30 consegna attrezzi e divisione del lavoro.
Tutti all’opera. Per i bambini sono previsti piccoli lavori e giochi all’aria aperta.

Ore 13,00 sosta con aperitivo e pranzo al sacco (ognuno porta qualcosa per il pranzo).

Discussione proposte per il miglioramento del Parco (tettoie ombreggianti, attrezzatura per “percorso vita e fitness”....).


ORTI DIDATTICI

Il 24 giugno si è concluso il percorso didattico presso gli orti urbani di Garbatella in via Rosa Raimondi Garibaldi.
I piccoli ortisti dopo avere frequentato gli incontri stabiliti da calendario, hanno ricevuto l’Attestato di Merito di primo livello, tra cui Emma, Giacomo, Caterina, Stefano, Niccolò, Bianca e Elia. 
Per gli altri bambini che hanno comunque aiutato a raccogliere la verdura e innaffiare gli orti è stata riconosciuta la qualità di Piccolo Ortista Apprendista, che gli permetterà di continuare il loro aiuto agli orti a fianco di qualche ortista esperto come Benedetto, Loreto e altri.
   









A causa del troppo caldo la giornata è iniziata alle 9.00 e dopo aver fatto un rapido appello dei presenti, sono stati consegnati i primi Attestati.
Subito dopo i piccoli ortisti muniti di zappa e arnesi agresti, hanno iniziato a raccogliere gli ultimi ortaggi prima della pausa estiva: insalate, cipolle, cetrioli e pomodori. Infine sono state annaffiate le piante che più ne avevano bisogno in queste giornate di caldo torrido.














La raccolta è finalmente finita ed è l’ora di fare un bellissimo gioco all’ombra degli alberi.
I ragazzi vengono divisi in coppie, uno dei due benda il suo compagno e lo dirige verso un albero, che poi dovrà riconoscere in mezzo a una vastità di alberi che presidiano il parco, ma cosi è troppo facile!
Il guidatore deve disorientare il compagno bendato, facendogli fare giri pindarici e disorientanti prima di arrivare all’albero prescelto, il ragazzo bendato una volta portato a destinazione, ha la possibilità di tastare la forma e la tracciatura del tronco.
Una volta riportato al punto di partenza e levata la benda il ragazzo deve ritrovare l’albero, con ovviamente un piccolo aiuto da parte del compagno.
I ragazzi hanno dimostrato grande senso dell’orientamento e lavoro di coppia.



  
La giornata si è conclusa con lo yoga della risata, organizzato dal nostro simpatico Maurizio, dove sono stati coinvolti anche i genitori dei partecipanti.
Prima di andar via i piccoli ortisti sono stati ripagati del loro duro lavoro con piante aromatiche e ortaggi raccolti in giornata.


Si chiude così il percorso primavera/estate degli orti didattici, ma i piccoli ortisti potranno comunque farvi visita in qualsiasi momento e dare sempre una mano là dove c’è né bisogno.

Speriamo di poterci rincontrare a settembre con nuove semine e raccolti.

Vi salutiamo con una bellissima foto di gruppo, che simboleggia la splendida giornata passata insieme agli orti.







IL PICCOLO ORTISTA - Sabato 24 l'ultimo incontro

E' giunta l'estate e i bambini raccolgono gli ortaggi che all'inizio della primavera avevano seminato fin dai primi di marzo.
Sabato 24 giugno ci sarà l'ultima lezione del Piccolo Ortista agli Orti Urbani Garbatella, dalle ore 9.00.
Considerato il caldo estivo, dopo una visita all’orto per raccogliere i prodotti pronti, festeggeremo nel Parco all’ombra dei pini, con una bella merenda ed un gioco sugli alberi. I bambini che avranno seguito le 5 lezioni prescritte otterranno un Attestato di Piccolo ortista.
 
La prima lezione, a marzo, ha introdotto l'argomento con un po' di teoria:
Orti- nascita vegetali – come avviene? Di che cosa hanno bisogno?



Seme – partire dal fiore alle varietà di semi, talee, bulbi, rizomi



Terra –  che cosa contiene quella fertile, differenze di composizione fra gli strati, esempi di terra



Acqua – la sua funzione



Sole – luce – calore – fotosintesi



Pratica: sistemazione del terreno, eliminazione erbe spontanee, semina, trapianti piantine e fiori, innaffio.

Le lezioni di aprile hanno mostrato l'esplosione della primavera con tutti i suoi fiori e profumi.

Oltre ad interrare le nuove piantine di pomodori e seminare insalatine da taglio e cipolle i bambini si sono divertiti molto a proteggere le piantine con la paglia.

Le piantine dell'orto amano il sole e ne hanno bisogno per crescere, ma hanno bisogno anche di acqua affinché le loro radici possano alimentare la piantina. La paglia permette alla piantina di mantenere la terra bagnata e allo stesso tempo di godere dei raggi del sole.



Sabato 13 maggio, per la quarta lezione de "Il piccolo ortista", i bimbi hanno potuto cominciare a vedere i frutti del loro lavoro e portato a casa qualche ortaggio seminato o trapiantato all'inizio di questa esperienza.



Era ormai caldo e i bambini hanno avuto un cappellino per proteggersi dal sole, da portare anche le volte successive.



Il 27 maggio c'è stato un incontro fuori programma, per raccogliere i ceci e le insalate ormai pronti,  i primi pomodori e la nascita dei fagiolini.



All’inizio i piccoli apprendisti si sono disposti tutti intorno al tavolo per organizzare la semina dei fagioli: un’occasione per spiegare ed imparare il concetto di biodiversità.



Sul tavolo sono stati esposti i semi di fagiolini, i fagiolini cannellini, i ciavattoni, e una qualità di fagiolini del Cilento a rischio estinzione. In questo modo i bambini hanno avuto la possibilità  di osservare e studiare le differenze. In seguito i fagiolini sono stati disposti nell'acqua in modo da poter aiutare la loro germinazione, in attesa della semina a terra.


Ma la giornata non è finita, c'è sempre molto da fare e da imparare agli orti! 

I bambini hanno poi raccolto i ceci, anche se nessuno dei presenti conosceva la pianta del cece, neanche i genitori. 
Le piante oramai secche portavano un certo numero di baccelli ed ogni baccello conteneva un solo cece, quelli ancora verdi sono stati mangiati sul posto e considerati molto freschi come i piselli, i ceci rimasti verranno in seguito utilizzati per una deliziosa minestra. 

A fine giornata c'è stata la raccolta delle insalate, le quali sono state divise fra bambini e collaboratori. Come ultima attività sono stati piantati i fagioli e le insalate, anche, grazie all'aiuto di Benedetto, un generoso ortista.



Per impegnare i bambini ad aiutare le piantine a crescere, sono state poste le etichette a tutte le cucurbitacee presenti nell’orto, con l’invito ai bambini di provvedere quando vogliono ad integrare la quantità di acqua che esse già ricevono con l’impianto a goccia.

Vi aspettiamo numerosi per l'ultimo incontro, c'è ancora molto da raccogliere ed imparare!



 
 

Lo zen e l'arte della manutenzione del territorio: dal cemento al Parco Garbatella

Mercoledi 28 giugno
dalle 18 alle 20
Moby Dick biblioteca hub culturale
Via Edgardo Ferrati 3a - Roma

 

Saluto di Cristiana Avenali, consigliera Regione Lazio
Anna Maria Baiocco, il Parco Garbatella
Antonio Viglietto, il Giardino Zen
Interventi dei volontari

Il caso del Parco Garbatella viene presentato come esempio di recupero, da parte dei cittadini del quartiere, di un’area privata edificabile abbandonata.

Un impegno del Circolo Garbatella di Legambiente durato oltre 20 anni: dalla lotta per la destinazione a verde e l’acquisizione al patrimonio pubblico dell’area, alle pressioni per ottenere finanziamenti del Comune per bonificarla.

La spianata arida e cementificata è oggi un parco pubblico rigoglioso e vissuto: alberi, fiori, tavoli e panchine, illuminazione, irrigazione, giardino giapponese, roseto, area giochi, campo di pallavolo e di calcetto, area cani e orti urbani.

Perché e come nasce l’idea?
Chi sono stati i protagonisti?
Quale la partecipazione dei cittadini?
Delle associazioni del territorio?
Come si sono poste le istituzioni?

La realizzazione di un giardino zen, sfruttando un’esperienza fatta in Giappone, ha abbellito una zona particolarmente degradata del parco, che è diventata un punto di sosta piacevole per la popolazione del quartiere.

La Festa di primavera 2017 Una festa dedicata al suolo



Una Festa dedicata alla Terra, alla nostra Madre Terra il cui SUOLO contiene tutte le forme di vita esistenti.
Il suolo, risorsa preziosa e limitata, è garante della biodiversità vegetale ed animale ed è fonte di nutrimento per tutto il pianeta, eppure è costantemente minacciato da urbanizzazione, attività industriali, coltivazioni ed allevamenti intensivi, inquinamento, dissesto idrogeologico, desertificazione.
TUTTA LA VITA DIPENDE DALLA SALUTE DEL SUOLO, SENZA UN SUOLO SANO E VIVO NON ESISTE ALCUN FUTURO POSSIBILE!
  FIRMA SU www.salvailsuolo.it 
La Primavera è stata accolta e festeggiata al Parco Garbatella con la creazione di nuovi giardini, per dimostrare il desiderio di continuare ad esprimere il nostro amore per la terra restituendo alla natura un'area che per tanti anni è stata desertificata dall'uso dell'uomo a fini commerciali e degradata dall'abbandono.

Una Festa di primavera con un tempo grigio e umido.
Eravamo tutti in ansia che tutto il lavoro preparatorio e anche le spese fatte si risolvessero in una "buca", e invece... invece, come sempre, un  grande successo. Tanti cittadini grandi e piccoli sono venuti, hanno partecipato ai tanti giochi, al fantastico laboratorio degli origami di Rita, con Fabio e Antonio hanno costruito e fatto volare gli aquiloni, hanno ascoltato la lezione di Antonio sui giardini giapponesi ed ammirato le esibizioni degli allievi della scuola Hibiki Aikidō Dōjō,  giocato una partita di pallone con Enrico e  fatto un allenamento di basket con Giulia, si sono impegnati a creare un giardino con Pilar e Sylviane, si sono divertiti con Maurizio e il suo Yoga della risata, i piccoli si sono incantati ad ascoltare le mille storie lette ad alta voce da Francesca della Libreria "Eco di Fata" e tutti hanno apprezzato le tante delizie predisposte dai volontari per il buffet,organizzate da Gabriella, Rossana, Rita, Mina con la collaborazione di tantissime altre persone.
Abbiamo avuto il piacere della visita dell'Assessore all'Ambiente del Comune di Roma Pinuccia Montanari che ha apprezzato lo spirito, la fantasia ed il lavoro fatto da tanti anni dai volontari e ci ha ringraziato.
 Ci auguriamo che ciò possa condurci al superamento delle tante questioni aperte per la conclusione dei lavori e per una migliore gestione del Parco e degli Orti. Ci ha accompagnato nella visita Enrico Lupardini Presidente del Consiglio Municipale ed anche "nostro ortista". E’ venuto anche Roberto Scacchi Presidente di Legambiente regionale, che ha sempre sostenuto la nascita del Parco e tutte le nostre vicende ambientaliste. Ha condotto con sé la sua famiglia per godere insieme a noi la Festa di primavera.
Ed ecco un po' di foto: